Piccoli frutti, grandi soddisfazioni

L’azienda Rodella produce anche piccoli frutti, circa 500 piante di mirtilli neri e 20 piante di ciliegie.

“I piccoli frutti e grandi soddisfazioni! Tutta la pazienza richiesta dalla coltivazione e dalla raccolta dei frutti di bosco viene ripagata dal sapore di un mirtillo o ciliegia appena colto” dice Sara, la moglie di Marco.

La coltivazione è biologica e naturale senza l’utilizzo di concimi, pesticidi, prodotti fitosanitari etc., la raccolta a mano. La filiera di vendita è a km zero: principalmente a privati, fruttivendoli, pasticcerie di zona.

Il mirtillo nero

Il mirtillo nero è un piccolo frutto di bosco dalle tante proprietà benefiche, curative e nutrizionali. E’ ricco di antiossidanti, in particolare gli antociani, che contrastano gli effetti dannosi dei radicali liberi e che conferiscono a queste piccole bacche il loro caratteristico colore blu-violaceo. Sono inoltre un toccasana per l’apparato circolatorio, oltre ad essere utili per la memoria, per prevenire influenza, allergie e per curare le infiammazioni.

Il mirtillo nero può essere consumato fresco ma anche sotto forma di succo, che può essere bevuto da solo o aggiunto a tè e infusi. I mirtilli sono un ottimo spuntino ipocalorico ma possono essere anche consumati a colazione all’interno di yogurt e cereali, nelle insalate oppure come dessert o per la preparazione di marmellata.

Le ciliegie

Le ciliegie sono ricche di zuccheri ma con un minimo apporto calorico, appena 38 kcal ogni 100 grammi, ideali quindi per una dieta ipocalorica. La presenza di antocianine, potenti antiossidanti, rende questi frutti un importante alleato nel bloccare l’accumulo di depositi lipidici nelle arterie e nel combattere l’azione dei radicali liberi. Inoltre sono utili contro infiammazioni e dolori alle articolazioni. Le ciliegie sono diuretiche, aiutano a depurare il fegato e favoriscono il buon sonno. Sono dissetanti e, infine, aiutano chi soffre di stipsi. Grazie al buon contenuto di potassio, sono consigliate nella dieta per ipertensione, mentre le fibre, delle quali sono ricche, aiutano nelle diete dimagranti. In cosmesi, si utilizza la polpa delle ciliegie come rinfrescante ed astringente su pelli irritate; si possono preparare inoltre maschere per rivitalizzare la pelle del viso.

La ricetta: risotto al vino e mirtilli

Risotto_al vino_e_mirtilli

INGREDIENTI

  • 360 g di riso
  • 200 g di mirtilli freschi
  • 100 g di speck a striscioline
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 30 g di burro
  • 40 g di parmigiano grattugiato
  • 1 cipolla bianca piccola
  • rosmarino fresco
  • 1/2 bicchiere di vino rosso tipo Codirosso
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Per preparare il risotto ai mirtilli e speck per prima cosa cuocete i mirtilli in una padella con una noce di burro. Fateli saltare per qualche minuto, quindi coprite e cuocete fino a quando saranno diventati morbidi. Trasferiteli in un contenitore dai bordi alti e frullate con un frullatore a immersione. Tenete da parte la purea.

In una casseruola scaldate un paio di cucchiai d’olio e fatevi appassire la cipolla tritata a fiamma dolce, fino a quando sarà trasparente. Unite lo speck a dadini e lasciate rosolare mescolando di tanto in tanto.
Unite il riso e fatelo tostare per 2-3 minuti. Sfumate con il vino rosso e lasciatelo evaporare a fiamma alta.

Abbassate quindi la fiamma e iniziate la cottura del risotto unendo un mestolo di brodo vegetale caldo alla volta.
Una volta giunto a metà cottura unite la purea di mirtilli e portate a cottura mescolando spesso e unendo altro brodo caldo al bisogno. Quando è pronto, ritirate il recipiente dal fuoco, insaporite con il formaggio grattugiato, il rosmarino tritato e mantecate con il burro restante.

Fate riposare per qualche minuto quindi trasferite nei piatti da portata. Servite subito il risotto ai mirtilli e speck ben caldo, decorandolo, se vi piace, con qualche mirtillo intero.

Buon appetito!